Il formato Last Mile

Il Last Mile Advertising (marketing dell’ultimo miglio) è un formato pubblicitario che intercetta il consumatore in prossimità del punto di acquisto, quindi nel momento più vicino temporalmente a quando effettuerà la spesa. Si tratta di un mix di mezzi pubblicitari visibili nei pressi dei supermercati o dei centri commerciali, all’interno dei parcheggi, sui carrelli e fino agli scaffali. Questa tipologia di marketing permette al brand di essere presente e ricordato dal consumatore nel momento più importante del percorso di acquisto: quello in cui il prodotto viene inserito nel carrello. Con il giusto media mix è possibile addirittura creare una presenza totalizzante e spettacolare all’interno del centro commerciale, in modo da rendere il brand protagonista di tutta l’esperienza d’acquisto.

È possibile accompagnare il consumatore durante tutto il suo percorso decisionale grazie all’utilizzo di diversi formati e in particolare:

  • Adesivi a pavimento fronte scaffali (formato 300×300 cm sagomabile)
  • Carrelli della spesa personalizzati con un cartoncino bifacciale (formato 32×31 cm bifacciale)
  • Copertura sensori antitaccheggio con totem cartonato personalizzato (formato 80×150 cm bifacciale)
  • Cartelli sui pali luce nei posteggi (formato 100×140 cm bifacciale)
  • Plance sulle pensiline dei carrelli (formato 300×150 cm)

Questi formati standard possono essere associati a personalizzazioni più spettacolari, come adesivi sulle scale mobili, banner verticali e orizzontali o maxitotem nelle gallerie dei centri commerciali, che portano questo tipo di affissioni ad essere considerate una tipologia di guerriglia marketing.

Il last mile advertising è una tipologia di affissioni estremamente personalizzabile, è infatti possibile costruire delle campagne pubblicitarie per il proprio Brand selezionando indipendentemente:

  • le insegne per le quali si vogliono potenziare le vendite attraverso un formato diverso dal trade marketing. Fanno infatti parte del circuito le maggiori insegne nazionali, come Coop, Auchan, Carrefour, Bennet, Il Gigante, Pam ,Panorama, Unes, Simply e Lidl.
  • la aree geografiche, scegliendo tra aree Nielsen o singole regioni o province
  • le tipologie di mezzo pubblicitario, preferendo formati più vicini allo scaffale come i carrelli o le floor graphics, oppure più adatte alla brand awareness, come le plance nei posteggi dei centri commerciali
  • la percentuale di copertura di ogni media, decidendo quanti carrelli o grafiche posizionare in ogni centro commerciale o supermercato.

Di seguito alcuni dati sull’affluenza all’interno dei centri commerciali con un focus sulle principali realtà lombarde: